Le autorità europee intendono creare un mercato digitale unico nel continente, ma oggi i metodi di pagamento più diffusi differiscono notevolmente da paese a paese. Da questo articolo imparerai quali opzioni usano i residenti di dodici paesi europei per pagare i loro acquisti.

L’Europa si sforza di creare un mercato digitale unico. Il rafforzamento degli standard di sicurezza e il decentramento dei servizi finanziari sono alcuni degli obiettivi più importanti per i prossimi anni. Tuttavia, oggi ogni stato ha le proprie tradizioni e preferenze di pagamento. I contanti e le carte di credito sono popolari nella maggior parte del continente. Ma è impossibile prevedere quale sistema di pagamento digitale potrebbe diventare il leader paneuropeo nel prossimo futuro. I lettori di questo articolo scopriranno quali sono le opzioni di pagamento più richieste in dodici paesi europei e quali sono le differenze tra di loro.

In Italia i pagamenti con carta sono la soluzione più diffusa. Sempre più persone stanno testando le carte prepagate a causa dei loro costi minimi e dell’eccellente sicurezza. La carta di debito prepagata più utilizzata è la Postepay. Molto diffuse sono anche le tradizionali Visa e Mastercard.

Un aiuto per orientarsi nella scelta delle migliori in Italia arriva da siti specializzati come carteprepagateonline.it, portale che mette a confronto le carte di pagamento più diffuse del momento, per offrire all’utente una panoramica dettagliata.

Il potere del denaro

Queste statistiche provengono da uno studio realizzato dalla Banca centrale europea. Il 73% delle transazioni finanziarie europee avviene in contanti. Le carte rappresentano il 24% delle operazioni. Le persone tendono a usare contanti per piccoli acquisti e carte per grandi acquisti. In termini di valore della transazione, il 41% corrisponde alle carte e il 48% ai contanti.

La facilità di accesso al denaro sta diminuendo. Nel 2016 il 94% degli intervistati lo ha ritenuto soddisfacente. Ora, questo indicatore è pari solo all’89%.

A Malta, l’88% delle transazioni finanziarie avviene in contanti. A Cipro e in Spagna, i cittadini utilizzano contanti per l’83% delle transazioni. In Portogallo, l’81% dei pagamenti viene effettuato in contanti. In altri paesi, questa percentuale è inferiore.

Quando si pianifica un trasferimento di denaro internazionale, non viene utilizzato quasi nessun contante perché richiede troppo sforzo e le commissioni sono elevate. Grazie alla crescente popolarità dell’e-commerce, le persone tendono a ordinare prodotti dall’estero più spesso. Per fare ciò, hanno bisogno di carte bancarie e altre soluzioni.

Le opzioni di pagamento più comuni in Europa per paese

In Belgio, il leader è il sistema nazionale Bancontact. Ha emesso più carte di quanti siano i residenti nel paese. Le carte di debito Bancontact vengono utilizzate per i pagamenti al punto vendita, mobili e online. Per effettuare transazioni ripetitive, i titolari di queste carte possono ricorrere all’addebito diretto SEPA. Per quanto riguarda la SEPA, non è così diffusa come le carte di debito (Maestro) e le carte di credito (Visa/Mastercard e Amex).

I francesi rimangono fedeli alle loro carte bancarie nazionali, note come Cartes Bancaires. Di solito sono co-branded con Visa o Mastercard.

Il mercato tedesco è frammentato. Per gli acquisti e-commerce, i residenti di questo paese utilizzano spesso l’addebito diretto SEPA, SOFORT e Giropay. Nella vendita al dettaglio, preferiscono le fatture aperte (il che significa che una terza parte paga la merce e addebita al consumatore dopo la consegna).

Gli irlandesi considerano le carte di credito l’opzione di pagamento più conveniente. Visa è la tua azienda preferita. Un consumatore tipico ha una o due carte. Tuttavia, anche la domanda di portafogli web è in aumento, con PayPal come pioniere.

Gli olandesi optano per l’addebito diretto e il pagamento con fattura aperta. Inoltre, amano il loro sistema interbancario nazionale iDEAL, che è coperto da tutte le principali banche di consumo nei Paesi Bassi. Consente ai clienti di utilizzare i propri conti bancari per gli acquisti online. A proposito, i Paesi Bassi sono l’unico paese europeo in cui né Visa né PayPal sono tra i metodi di pagamento più comuni.

Il sistema bancario online più popolare in Polonia si chiama Pay-by-links. Rappresenta fino al 75% del segmento dei pagamenti elettronici. Molti residenti utilizzano anche il contrassegno.

In Portogallo, circa l’85% delle vendite totali corrisponde a pagamenti MultiBank. Questo è un metodo postpagato che prevede la generazione di un riferimento al momento del pagamento. Il cliente quindi trasferisce i fondi tramite l’online banking o un bancomat, utilizzando una carta di debito. Il Portogallo è l’unico paese in cui Visa e Mastercard non si classificano tra i tre metodi di pagamento più popolari.

La Romania è il paese dell’Europa centrale e orientale con la più alta percentuale di contrassegno. Tra le carte Visa è la più utilizzata. Nel segmento dei pagamenti bancari online, oltre il 40% della quota di mercato appartiene a tre enti locali: Banca Transilvania, BRD e Banca Comerciala Romana.

Le carte di credito non sono molto popolari tra i russi. I residenti di questo paese di solito elaborano i pagamenti tramite bancomat e utilizzano il contrassegno. Più di 40 milioni di consumatori si affidano all’online banking e alle carte di debito di Sberbank, la più grande banca nazionale. Due progetti locali dominano il settore dei portafogli web in Russia: Qiwi e Yoo.Money. Il primo ha più di 150.000 terminali di pagamento offline. Il secondo era precedentemente noto come Yandex.Money, ma è stato successivamente acquisito da Sberbank e ha subito un rebrand.

In Spagna, il numero di sportelli bancomat per 1.000.000 di abitanti è uno dei più alti del continente. Oltre l’85% dei consumatori possiede almeno una carta di credito o di debito. Tutte le carte sono in co-branding con Visa o Mastercard. Le carte prepagate virtuali stanno lentamente guadagnando popolarità, ma hanno ancora molta strada da fare per diventare una soluzione diffusa.

Nel Regno Unito, un residente tipico ha 2-3 carte di debito. Molto diffusi sono anche lo shopping mobile e i portafogli web, mentre l’online banking non esiste.

Pensieri finali

Le soluzioni di pagamento più comuni in Europa differiscono notevolmente a seconda dello stato. Per gli acquisti occasionali, le persone usano ancora contanti, ma quando vogliono acquistare qualcosa online, si affidano a pagamenti mobili, portafogli web o carte. Al momento, è difficile prevedere quale soluzione di pagamento digitale potrebbe diventare il leader paneuropeo nel prossimo futuro.

Quali sono i metodi di pagamento più diffusi nei principali paesi europei

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.